PREMIAZIONI CICLOCROSS/BMX 2016/2017 e RICONOSCIMENTI ALLE SOCIETA’

Premiazioni

Premiazioni 12 Febbraio 2017

Società Premiate Campioni premiati

CAMPIONI PROVINCIALI

 EROS CANCEDDA, esordiente 1° anno:

Eros inizia dalla G1 con il Team Galbiati dove rimane fino alla G4 praticando strada e fuoristrada.

In G5 e G6 ha gareggiato per il Circolo Oratorio Pontida dedicandosi esclusivamente al fuoristrada e ottenendo importanti e prestigiosi risultati.

Dal 1° gennaio è tesserato al Team Bramati, società a cui ha regalato uno straordinario settimo posto al campionato italiano e un altrettanto importante secondo posto al campionato regionale.

 EDOARDO RE SARTO’, esordiente 2° anno:

Edoardo inizia dalla G1 con il Team Saronni dove è ancora attualmente tesserato. Ha ottenuto buoni risultati ed ha partecipato più volte al Trofeo Lombardia strada per il Comitato di Milano.

MARCO CERIANI, allievo 1° anno:

Marco inizia da giovanissimo correndo per il Pedale Uboldese fino alla G6 ottenendo ottimi risultati.

Da esordiente passa al Team Saronni dove è ancora tesserato ottenendo numerosi piazzamenti nei cinque, ma non contento, lo scorso anno si è tolto la soddisfazione di vincere una gara.

DAVIDE DE ROBERTIS, juniores 2° anno:

Davide inizia dalla G3 al Team Esposito Galbiati società a cui è molto legato e dove è ancora tesserato.

Atleta polivalente pratica la strada, la pista e il ciclocross che predilige e dove oltre agli ottimi risultati con un brillante quarto posto nella classifica finale Piemonte/Lombardia ha conquistato ben cinque campionati provinciali.

CAMPIONI REGIONALI

STEFANO SALA, under:

Stefano, a differenza della gran parte dei suoi colleghi, inizia a gareggiare dal 1° anno esordiente con la maglia della Melavì Tirano Bike praticando MTB e ciclocross.

Da allievo, per la stagione di mtb sempre alla Melavì e per il ciclocross, con la scuola ciclismo Cadrezzate.

Da juniores lascia la mtb per dedicarsi alla strada con la Fagnano Nuova e nel ciclocross con la Guerciotti.

Da under passa al team Cremonese Guerciotti per la strada e naturalmente sempre alla Guerciotti per il ciclocross dove è tuttora.

Nella sua breve carriera ha vinto un campionato italiano da esordiente e conquistato quattro podi tra allievo, juniores ed under, inoltre ha vinto tre regionali e un provinciale.

Predilige il ciclocross ma deve ancora capire bene quale strada percorrere. A Luglio 2016 ha terminato gli studi di orto-floro-vivaista.

EDOARDO MARIA PINTUS, allievo:

Edoardo inizia dalla G1 correndo per il BMX Cremona, passa poi al BMX Olgiatese per approdare definitivamente al BMX Race Italia di Gorgonzola dal primo anno esordiente.

Edoardo, anche se ancora molto giovane, ha già vinto cinque campionati italiani e altrettanti regionali.

Per il momento pratica solo il BMX.

ITALIANI CICLOCROSS

LUCIA BRAMATI, esordiente 2° anno:

Lucia inizia da giovanissima vincendo una quarantina di gare tra cui due provinciali, tre regionali, una Orobie CUP e due trofei lombardia.

Da esordiente vince una ventina di gare tra cui una maglia tricolore, un trofeo nazionale master cross, un trofeo triveneto e un regionale.

Corre da sempre nella società di papà Luca e molte volte viene indicata come figlia d’arte, ed è verissimo, ma precisando che Lucia è brava di suo.

MARTA ZANGA, allieva 1° anno:

Marta inizia dalla G1 e fino alla G6 corre con la società Nembrese. Da esordiente passa al Team Bramati dove è tuttora tesserata.

Pur essendo molto giovane Marta ha già conquistato numerosi campionati provinciali, regionali, un Gran Prix in mtb e indimenticabili maglie tricolori.

ANDREA ZAMBONI, master 6

Andrea, che oggi non ha potuto essere presente alle nostre premiazioni si è tesserato quest’anno per la FCI con una squadra dal nome “Ridicolous” che sarebbe bello sapere da cosa è scaturito.

Ha ottenuto un ottimo terzo posto che è sicuramente la base di partenza per arrivare nei prossimi anni alla maglia tricolore.

ALICE MARIA ARZUFFI, elite:

Alice inizia da giovanissima alla Fiorin e già da esordiente vince la prima maglia tricolore, ma anche in strada ottiene ottimi risultati vincendo la Coppa Rosa a Borgo Valsugana.

Ha corso per la Valcar, la Be Pink e naturalmente per le corse nel fango è da sempre tesserata con la famiglia Guerciotti in quanto il ciclocross è la specialità che preferisce e dove ha inanellato straordinari risultati con cinque maglie tricolori, tre podi europei, un bronzo in coppa del mondo, tantissime vittorie e prestigiosi piazzamenti anche in campo mondiale.

JAKOB DORIGONI, juniores 1° anno:

Jakob alterna strada, mtb e naturalmente il ciclocross con ottimi risultati. Ha corso per Ciclismo 2000-sud tirol, la Cadrezzate e da quest’anno per la strada con la Bottoli dove ha iniziato il ritiro oggi.

Naturalmente la sua grande passione è per il fango dove ha ottenuto ottimi risultati con due maglie tricolori, un argento tricolore in mtb, vincitore di tappe al giro d’Italia di ciclocross e straordinari risultati in coppa del mondo.

GIOELE BERTOLINI, elite (o meglio Under):

Gioele inizia da giovanissimo in mtb per poi passare anche al ciclocross e ancora oggi alterna le due specialità dove ha ottenuto straordinari risultati in entrambe correndo per il Team CBE, l’Hard Rock Race Team, il gruppo Esercito e naturalmente per la famiglia Guerciotti.

Nella sua carriera ha vinto un mondiale e un europeo nel Team Relay (staffetta a squadre mista), ottenuto un terzo posto al mondiale e un secondo all’europeo, ma anche sette maglie tricolori, vincitore inoltre di prove di coppa del mondo e di tappe con la classifica finale di giri d’Italia di ciclocross.

Da due anni ha fatto la scelta di gareggiare con gli elite, vincendo due maglie tricolori, pur essendo ancora under

AMATORI VELO LAINATE

IE’ il 30 gennaio del 1976 quando un pugno di appassionati lainatesi decise di dare vita al gruppo sportivo.

Il nome fu presto trovato, Amatori Velo Lainate, così come i colori sociali, maglia gialla con mezze maniche e bordi blu.

La prima sede fu dall’Oratorio Maschile di Lainate e primo presidente fu Giorgio Allievi, coadiuvato dal vice presidente Silverio Taverna, entrambi tra i fondatori della società.

Già nel 76 fu organizzato il primo campionato sociale e nel frattempo i tesserati crebbero progressivamente fino ad arrivare a fine anno a contare ben 106 iscritti e l’anno successivo si arrivò addirittura al record storico di 174 tesserati.

Nel 1977 viene organizzato il 1° Raduno di Primavera che divenne un tradizionale appuntamento che richiamava ogni anno centinaia di ciclisti che già al primo anno furono ben 881.

Nel 1978 fu vinta la selezione di categoria della manifestazione Giocosport.

Nel 1988 fummo promossi alla prima categoria, posizione di prestigio, che venne mantenuta per diversi anni.

Piace anche ricordare che, abbandonata la prima angusta sede, la società ha trovato ospitalità nei più spaziosi locali di via Manzoni dove i soci si radunano ogni venerdì sera per discutere e preparare le uscite della domenica.

Sono trascorsi molti anni dalla fondazione e molti di noi hanno ora i capelli grigi ma la passione per la bici resta immutata e così la certezza che i giovani che sono venuti ad aggiungersi al nostro gruppo sapranno garantire che il nostro impegno non vada perso cosi che la bella storia possa continuare.

AMICI DEL PEDALE PARABIAGO

Dall’idea di alcuni simpatizzanti delle due ruote e da ciclisti che alla domenica s’incontravano per il solito “giretto” nacque la proposta di costituire una società amatoriale avente come scopo la divulgazione e la pratica dello sport del ciclismo a livello amatoriale.

Correva l’anno 1977 e, ininterrottamente da allora, questa idea viene ancora portata avanti e praticata dagli attuali ciclisti e dirigenti.

Oltre che alla partecipazione e all’organizzazione di avvenimenti di carattere sportivo ciclo amatoriale, da ben 32 anni in occasione della festa patronale, la società organizza una “Fiaccolata” in virtù della quale ogni anno si fa visita ad  un Santuario o Basilica dove collaborando con le Autorità locali si fanno dei veri e propri gemellaggi sportivi con i comuni visitati come ad esempio è accaduto con Alba, Varzi, Alghero, Arcola e tanti altri.

Ma non solo fiaccolate e gemellaggi, infatti nel corso degli anni abbiamo partecipato a raduni e medio/fondo validi per il Trofeo Lombardia, ma anche a gran fondo.

Abbiamo anche organizzato per alcuni anni raduni del “Trofeo Lombardia” La nostra storia proseguirà sempre con questo spirito di ciclismo dolce.

AMSPO RHO

AMSPO nasce a RHO nel 1966 nella Trattoria del Cervo di Mario Cattaneo, come club denominato “la compagnia del Cicc”, per poi affiliarsi nel 1972 alla F C I con l’acronimo AMSPO (AMici dello SPOrt).

Con l’intento di trasformare eventi sportivi in modo di vivere, AMSPO ha collaborato con il Comune di Rho alla progettazione di piste ciclabili, ha aiutato ed aiuta La ONLUS ARCOBALENO di Rho che segue ragazzi disabili, non dimenticando ovviamente lo scopo primario della Società, cioè quello del “ciclismo non esasperato”

Da 34 anni viene organizzato il raduno cicloturistico di mediofondo “La 100 gobbe”, mentre sono entrati in bacheca negli anni:

  • 2005 e 2007 CAMPIONATO ITALIANO CICLOTURISMO DI FONDO
  • 2009 COPPA ITALIA
  • 2000, 2001, 2007, 2013, TROFEO LOMBARDIA
  • 2006 CAMPIONATO LOMBARDO CICLOTURISMO DI FONDO
  • 2014 CAMPIONATO PROVINCIALE CICLOTURISMO

Nel 1999 dal “ritorno in patria” di un Socio nasce la sorellina AMSPO Calangianus in provincia di Sassari.

AVIS NOKIA SOLUTIONS AND NETWORKS

La Società Ciclistica AVIS Nokia Solutions and Networks asd ha origine nel lontano 1974 come compagine aziendale connessa al Gruppo Aziendale AVIS dei donatori di sangue ed ha seguito col nome i vari cambiamenti aziendali

A partire dal 2001 ha istituito un “premio”, denominato “Avis Sport e Solidarietà” , un riconoscimento di solidarietà che viene assegnato ogni anno ad un Atleta per premiarne il talento sportivo, ma soprattutto umano.

Il Premio è stato conferito negli anni scorsi a Fiorenzo Magni, Alex Zanardi, Fabrizio Macchi, Kurt Diemberger, Giovanni Soldini, Lidia Trettel, Igor Cassina, alla “Fondazione Fabio Casartelli”, Vera Carrara, Francesca Porcellato, Edita Pucinskaite, Andrea Noè, Marina Romoli, Martina Caironi, Fausto De Stefani e nell’anno 2016 a Daniele Cassioli.

Diverse anche le iniziative di solidarietà sostenute in questi anni dalla Società Ciclistica a favore delle popolazioni del Nepal in particolare della TASHI-SCHOOL” di Kathmandu, una Scuola – Istituto che accoglie bambini orfani e profughi, con la realizzazione di un “Progetto Sanitario” all’interno della stessa struttura, dotandola di un Ambulatorio Medico per fornire assistenza di primo intervento, per prestare cure e prevenire malattie ed infezioni ai bambini.

La società partecipa al Campionato Italiano CT/CSP di società in Serie A oltre al Trofeo Lombardia e ad alcune Granfondo.

Con l’intento di propagandare unitamente ai valori dello Sport, anche quello del dono del sangue in alcuni eventi sportivi, a partire dal 2015 con AVIS Milano è parte attiva nell’organizzazione di una tappa denominata AVIS MILANO SHORT TRACK del circuito di ciclismo giovanile Milano-Hinterland, già noto per il successo delle precedenti sei edizioni tenutesi in varie località della provincia

S.C.Bettolino Freddo 1968

Nell’autunno 1967, presso il Circolo Familiare della frazione di Cologno Monzese BETTOLINO FREDDO, su iniziativa di Franco Rigoldi, Eugenio Salvoldi e gli ex-ciclisti Gaudenzio Tonoli, Giovanni Vitali, Gilio Salvoldi e alcuni sportivi fra i quali Luigi Longoni, si tenne una riunione con l’intento di organizzare una corsa e sull’onda dell’entusiasmo si decise anche la nascita della S.C.Bettolino F. con richiesta di affiliazione alla F.C.I.

Già al primo anno la società riusci a presentarsi al via della stagione 1968 con quattro dilettanti di 3^ serie ed un allievo e il 19 marzo di quell’anno venne organizzata una gara per allievi che fu la prima di una lunga serie di ben 263 fra le quali 5 campionati italiani e decine di prove titolate regionali e provinciali.

In totale sono stati tesserati 1041 corridori che con le loro famiglie, hanno dato grosse soddisfazioni alla società per la dedizione, l’amicizia, la collaborazione e per i risultati.

Le vittorie sono state 1069 ottenute da 110 atleti. Sono stati vinti:

6 titoli nazionali, 16 regionali, 32 provinciali, 14 briantei e 4 maglie azzurre.

Ricevuto riconoscimenti, quali Benemerenza C.O.N.I. – Premio Emilio Colombo – Chioccia d’oro, nel 1983 la S.C.Bettolino F. ha istituito il premio “una vita per il ciclismo” che viene assegnato a chi ha acquisito meriti per lo sviluppo del Ciclismo.

In cinquant’anni la Bettolino ha avuto quattro presidenti che sono qui a ritirare il riconoscimento e sono:

Aldo RUSSOMANNO da 20 anni, Giovanni VITALI per 5, Eugenio SALVOLDI per 11, Franco RIGOLDI per 13, con il socio fondatore Luigi LONGONI vice da 25 anni.

Infine vogliamo ricordare con orgoglio che alla Bettolino è cresciuto, gareggiando fino all’allievo, il commissario tecnico delle nazionali femminili, più medagliato di sempre, Dino Salvoldi.

G.S.CERNUSCHESE TINO GADDA

Nel 1969 un gruppo di amici appassionati di ciclismo si attivò per rifondare un Gruppo Sportivo al fine di ricordare la figura di Tino Gadda, giovane direttore sportivo prematuramente scomparso, ma anche per “sottrarre i giovani dalla inattività sportiva e dai pericoli di una condotta sbandata dando loro la possibilità di esercitare una disciplina sportiva tra le più sane ed appassionanti.”

Obbiettivo sicuramente centrato, perché a distanza di tanti anni sono centinaia e centinaia i ragazzi che hanno vestito la maglia della “Cernuschese” e che poi si sono affermati anche nella vita quotidiana.

Sotto l’aspetto agonistico-sportivo i nostri portacolori si sono sempre distinti non disdegnando di tanto in tanto di cogliere prestigiosi traguardi dalla categoria giovanissimi alla categoria dilettanti e portando al professionismo più di una atleta.

Mentre l’organizzazione delle gare per il nostro gruppo è sempre stato il fiore all’occhiello, vedi Coppa San geo, finali Regionali dei Giochi della Gioventù, gare a cronometro, ciclocross, mountain bike ecc.

CICLISTICA  BIRINGHELLO

La Biringhello è una associazione ciclistica nata nel 1971 nel rhodense, cresciuta negli anni con la passione per l’attività giovanile.

Grazie a questa sua predisposizione è riuscita nel tempo ad ottenere uno straordinario impianto sportivo che gli permette di poter seguire i ragazzi, soprattutto i più giovani, all’interno di  un  ambiente  protetto e  non  in mezzo ad una strada che in questa zona sarebbe impraticabile.

Ottimi allenatori preparati per questo tipo di attività che negli anni oltre a migliorare il numero di iscritti hanno portato diversi successi  ai  colori  giallo- verdi.

Negli anni di massimo fulgore c’erano tutte le categorie dal giovanissimo, fino al dilettante, quindi il ragazzo entrava in Biringhello alla età di sei anni e ne usciva a diciotto anni.

In questi anni di attività abbiamo raccolto molti e importanti successi in tutte le categorie con gli juniores che ci hanno regalato uno straordinario campionato del mondo nel 1992, un campionato europeo, oltre a numerosi campionati italiani, regionali e provinciali.

La Biringhello che si avvicina ai cinquant’anni e’ ancora, grazie a tutti i suoi volontari, molto attiva all’interno del ciclismo giovanile della provincia e della nostra regione.

Q u es t’ anno siamo riusciti ad allestire ancora tre categorie: giovanissimi, esordienti e juniores

GS DARIMEC

La DariMec è stata fondata il 1° gennaio del 1967 da Mario Dagnoni con degli amici a Limito di Pioltello in un piccolo Bar di paese.

Nel 1975 si è trasferita nella attuale sede storica, ovvero la famosa “CASCINA DAGNONI” con presidente Papà Mario fino al 2015, anno della sua scomparsa.

A Papà Mario va il merito di essere stato all’avanguardia già negli anni ’60 dando il nome della sua azienda ad una associazione sportiva evitando i soliti sinonimi: PEDALE……, CICLISTICA….. eccetera.

Dal 2016 l’associazione sportiva G.S. DARIMEC è gestita totalmente dai figli Cordiano, Sergio e Christian, i quali hanno l’onore di portare avanti l’impegno preso dal padre 50 anni fa che ottenne dei grandissimi risultati sportivi e organizzativi che sono:

-Tre maglie iridate con Grassi, Paris e Valentini

-Tre bronzi mondiali con Dagnoni e Avogadri

-Un record mondiale dietro motori di Mario Dagnoni

-Un mondiale militare cronosquadre

-Tre titoli europei, due Cordiano e uno Christian Dagnoni

-Due argenti e due bronzi europei con i fratelli Dagnoni

-Un quarto e un quinto con Trezzi e Scirea alle olimpiadi

-Trentacinque maglie tricolori in pista

-Due maglie tricolori strada con Paris

-Inoltre sono state organizzate quarantasette edizioni del “giro delle tre province”, due edizioni al Vigorelli del “Gran  Premio città di Milano” e numerose altre gare delle categorie minori.

FONDAZIONE ATM MILANO

La Società Ciclistica Fondazione ATM nasce il primo gennaio del 1975, grazie ad un gruppo di tranvieri di Milano appassionati di ciclismo e per la volontà dell’azienda più popolare e importante di Milano, l’ATM.

Nasce principalmente come dopolavoro e svago dei dipendenti della azienda trasporti municipali che da sempre è stata il fiore all’occhiello delle attività socio/culturali.

Il primo presidente è stato il Sig. Chiesa, seguito dal Sig Codeoleoncini, da Morelli, Boccafoli, Imperiale e da Bagarotto Andrea attuale presidente.

I tesserati sono una quarantina e la societa’ è da sempre frequentata da tranvieri milanesi e loro familiari con obbiettivo l’aggregazione tra le famiglie e la partecipazione ad avvenimenti culturali cui ATM ha da sempre favorito.

In questi anni la partecipazione è stata ai Trofei Lombardia cicloturistici con gruppi molto numerosi e con l’evoluzione degli eventi oggi si partecipa anche a Granfondo e Randonnée, senza disdegnare la MTB e le gite turistiche.

Cavalli  di  battaglia  sono  da  sempre  i  campionati  nazionali  degli autoferrotranvieri organizzati, di volta in volta, in varie città italiane. E dopo quarantadue anni la storia continua.

GS FORLONI BAREGGIO

Era il 1970 quando un gruppo di amici, appassionati della bicicletta, si trovarono al Bar Girotti per fondare la società con primo presidente Giuseppe Forloni.

Fin dal primo anno venne allestita una squadra di allievi che  ottennero molti piazzamenti fino ad arrivare a delle bellissime vittorie nell’anno successivo.

Dopo vent’anni vennero lasciati gli allievi per una squadra di dilettanti di prima e seconda serie di alto profilo con DS Paolo Zini, squadra che ha dato grandi soddisfazioni con indimenticabili vittorie e con la grande soddisfazione di aver portato al professionismo Walter Passuello, forte passista e ottimo gregario che si tolse anche la soddisfazione di vincere tra i professionisti.

Dopo qualche anno si passò ad una squadra  di amatori dai quali sono arrivate grandi soddisfazioni per merito soprattutto di Gabriele Dell’Acqua che si laureò  campione regionale e per un vero soffio non fu campione italiano.

E dopo quarantotto anni la storia continua con gli amatori e la storica Coppa Sant’Anna.

AC GESSATE

Nata nel lontano 1977, dopo quarant’anni l’Associazione Ciclistica Gessate è ancora presente con il proprio impegno, cercando di coinvolgere le persone per far appassionare sempre di più i bambini e i loro familiari al ciclismo.

Sempre più convinti che l’obiettivo siano i più giovani, e cioè il futuro, si continua ad andare avanti accettando altre sfide in vista di nuovi traguardi, non solo quelli di fine gara.

Pur essendo fieri delle vittorie e dei piazzamenti dei propri giovanissimi atleti, ricordiamo le tappe che hanno contraddistinto un percorso di passione per questo grande sport iniziato dai promotori dell’Associazione con Fumagalli Paolo, il primo presidente, e che noi vogliamo continuare a percorrere tuttora tesserando giovanissimi e organizzando in media tre gare ogni anno.

GS CORSERA

Nasce nel 1974, da un gruppo di amici dipendenti del CORRIERE DELLA SERA ed è una società che svolge prevalentemente attività cicloturistica.

I fondatori del sodalizio sono stati Alfredo Pasotti (presidente), Mario Migliavacca, Angiolino Zilioli, Ezio Bonalumi, Giovanni Monici, Vittorio Margiotta e Angelo Laveni.

Dopo Alfredo Pasotti si sono succeduti alla carica di presidente Gianfranco Josti, nota firma giornalistica specializzata in ciclismo, Mario Migliavacca, Giancarlo Foglia, giudice di gara e collaboratore regionale per molti anni, Gabriele Sambruni, e per oltre un ventennio  dal  “presidente”  per  antonomasia Antonio Maiocchi che dal 2013 è passato alla carica di “presidente onorario” lasciando quella effettiva a Danilo Fullin che da poche settimane è entrato a far parte della commissione amatoriale del Comitato regionale lombardo della FCI.

L’attività spazia dai tour itineranti, ai raid di una giornata, alle gran fondo, alle randonnée, ai raduni e alle uscite estemporanee di gruppo, ma vogliamo ricordare che per oltre quindici anni abbiamo organizzato il campionato italiano dei poligrafici.

Importanti sono state le partecipazioni anche alle più prestigiose gran fondo nazionali e internazionali con ottimi risultati ottenuti pure nel campo dell’ultracycling, con presenze di successo alla leggendaria Parigi- Brest-Parigi, alla Roma-Bergamo, alla Bordeaux-Parigi, alla Londra- Edimburgo-Londra e alla 1001 Miglia.

Inoltre abbiamo il grande piacere di avere tra gli attuali sessanta iscritti Alfredo Zini, consigliere regionale della FCI e Stefano Allocchio ex professionista con 4 vittorie al Giro, una alla Vuelta e ora direttore di corsa del Giro d’Italia.

GRUPPO SPORTIVO RANCILIO

Il 14 marzo 1976, un gruppo di dipendenti della società “Rancilio macchine per caffè” di Parabiago, accomunati dalla passione per il ciclismo danno vita  al gruppo Rancilio che all’inizio si sviluppa attraverso la partecipazione alle manifestazioni cicloturistiche, organizzando anche il “Trofeo Nino Rancilio” gara tipo-pista serale che nel 1984 lascerà spazio al Trofeo Antonietto Rancilio riservato alla categoria Elite-Under 23, voluto dalla famiglia in memoria dell’imprenditore appena scomparso, trofeo che è giunto alla 33ma edizione.

Nel 1998 avviene il cambio al vertice della società tra Angelo Croce, indiscusso “timoniere” per oltre un ventennio e Mario Bonissi che inserisce già nel 1999 una prova per atleti disabili in handbike, disciplina appena nata in Italia.

Da quell’anno la manifestazione cresce in maniera esponenziale arrivando ad organizzare nel 2007 il 1° Campionato del Mondo facendo diventare Parabiago il centro mondiale dell’handbike con 130 atleti, 28 Nazioni rappresentate e 15.000 spettatori nei tre giorni di gare.

Inoltre dal 2001 al 2006 con il “Progetto Scuola Sicurinbici” per le scuole elementari vennero coinvolti ben 3.500 bambini nei territori di Parabiago, Legnano e Busto Arsizio.

Nel 2006 si fa spazio ad un team di atleti disabili nella specialità handbike, sia nel ciclismo che nell’atletica leggera, iniziativa che porta da subito risultati inaspettati e importanti con ben 27 vittorie e 15 piazzamenti ottenuti in Italia ed in Europa, con due medaglie d’oro e due medaglie d’argento agli Italiani, tre ai Regionali e 1 titolo di Campione Regionale per Società nel 2014.

E come ciliegina finale vogliamo ricordare che nel 2012, il nostro atleta Haki Doku, albanese, si qualifica per i Giochi Paralimpici di Londra diventando il primo a difendere i colori del proprio Paese e per l’occasione fu accompagnato da Vittorio Bonissi in qualità di Team Manager.

LA NUOVA BAGGIO SAN SIRO

La Società nasce nel 1977 presieduta dal commendatore Alcide Cerato conosciuto per aver ricoperto diverse cariche dirigenziali nella FCI, nonchè organizzatore ed anima del “vecchio” Vigorelli con il Record dell’ora di Moser e e non solo.

La Società ha avuto due periodi di fulgore:

- a fine degli anni 70 con il lancio di corridori che hanno fatto la storia del ciclismo come Argentin, Bincoletto, Bidinost, Mariuzzo, Renosto, Gradi

e a metà degli anni 80 dove la società ebbe il culmine con ben tre titoli mondiali su pista conquistati a Bassano del Grappa con Amadio e Brunelli nell’inseguimento a squadre e Dotti come stayer e lanciando al professionismo corridori come Allocchio, Zini, Lombardi e Villa sia nell’attività su strada che in quella su pista.

PEDALE SANAGHESE

Il Pedale Senaghese nasce nel 1968 per iniziativa di un gruppo di amici, grandi appassionati di ciclismo, che  nominano come primo presidente Rino Cattaneo ex corridore che dopo poco viene sostituito da Rino Fedeli che grazie ai suoi contatti riesce a coinvolgere la Plasteco che per circa una trentina di anni sosterrà la società con il nome di Pedale Senaghese Plasteco.

Terminato questo lungo ciclo, negli ultimi venti anni, grazie a figli e nipoti che hanno gareggiato, sono arrivati Ortolani e Gorla che hanno assunto la presidenza con Luca Ortolani un paio d’anni e quindi con Arturo Gorla ancora oggi alla guida della società.

In questi anni grandi soddisfazioni sono arrivate sopratutto dalla squadra femminile che per qualche anno ha dominato in campo nazionale vincendo tutto con Rossella Ratto, Barbara Venerito, Milesi Eleonora e Francesca, tutte passate al professionismo.

Come non si può non ricordare Christopher Girardino, azzurro e pluri vincitore di gare titolate.

Per finire ai giorni nostri con Andrea Bagioli campione italiano e regionale, oltre alla coppa d’oro di Borgo Valsugana, ma anche con la squadra giovanissimi che da qualche anno vince titoli provinciali di squadra e individuali.

Vogliamo ricordare con soddisfazione che in questi cinquant’anni abbiamo abbondantemente superato i milletrecento tesserati e organizzato oltre cento gare.

E anche nel 2017 la storia continua, per ora, con undici allievi, cinque esordienti, quattordici giovanissimi e dopo un anno sabbatico riprendiamo nuovamente ad organizzare una manifestazione.

U.C. SANGIULIANESE

La società nasce nel 1972 da un gruppo di amici sangiulianesi che militava nell’allora Pedale Melegnanese e i primi successi arrivarono già nell’anno seguente.

In quegli anni gli Allievi e Juniores della Sangiulianese gareggiarono in tutta Italia in manifestazioni di rilievo come L’Eco di Bergamo, la Coppa d’Oro a Borgo Valsugana, La Coppa Dondeo a Cremona, il Giro del Lago d’Orta, la Voghera-Castellania e altre. Rimane storica la doppietta ai regionali esordienti dell’89 con Marco Guerrini e Diego Stefanoni che occuparono i due gradini più alti del podio.

Tra gli atleti che hanno militato nelle fila della Sangiulianese ci sono due ex professionisti come Dario Rando e Graziano Gasparre.

Negli anni novanta sono arrivate  le  più  importanti  soddisfazioni  con  la  maglia tricolore nella velocità a squadre juniores di Morgan Tamiazzo e il bronzo mondiale Juniores di Francesco Colavito nel 98 in Sudafrica nell’ inseguimento a squadre.

La società del Presidente Paitoni si è contraddistinta anche per l’organizzione del prestigioso “Giro della Bassa Padana” con oltre 20 edizioni e con un prestigioso albo d’oro che va da Guido Bontempi, a Fabio Sacchi, a Gianluca Bortolami e Fabio Calcaterra.

Il maggio 1995, l’U.C. Sangiulianese realizzò la più suggestiva kermesse per giovanissimi, con la giornata regionale del ciclismo giovanile attorno alla Piazza del Duomo di Milano e davanti a un pubblico festante di migliaia di persone.

Nel 1998 è stata la prima società ad organizzare i campionati italiani giovanili con Donne e Uomini nella stessa giornata e località.

E per finire ricordiamo che all’inizio degli anni Duemila sono stati organizzati a San Giuliano Milanese ben 3 arrivi conclusivi del prestigioso Giro Internazionale delle Regioni riservato alle squadre nazionali per la categoria Under 23, rispettivamente nel 2000, 2002 e 2005

UC PESSANO

Nel 1975 quando Fausto Bertoglio vinse il Giro d’Italia battendo Galdos e Felice Gimondi, un gruppo di appassionati delle 2 ruote decise di dar vita a quella bella e ancor oggi dinamica avventura chiamata UC Pessano con Redento Raimondi, primo Presidente.

Si partì con 4 atleti ai quali subito si aggiunse un nutrito gruppo di Giovanissimi e da li cominciò il sogno e l’avventura che ancor oggi, dopo 42 anni, continua con la stessa passione e entusiasmo.

In questi 42 anni abbiamo avuto grandi soddisfazioni con Guido Ambrosoni, e Luca Passoni trionfatori in competizioni provinciali, regionali e nazionali. Chi ha dato lustro alla nostra società è stata indubbiamente Roberta Passoni due volte campionessa mondiale tra le juniores.

Inoltre hanno assaporato la gioia del professionismo Giancarlo Raimondi (vincitore della Coppa Bernocchi nel 99) e Cristiano Monguzzi e sono oltre 50 le vittorie titolate e diverse centinaia nelle singole gare domenicali.

L’impegno è sempre quello: divertirsi e far divertire gli atleti e i loro genitori oltre che forgiarli in una “scuola di vita” che gli sarà utile, come insegnamento di fatica, rispetto delle regole e impegno quotidiano per il resto della loro vita.

Il sogno e l’obiettivo sono ormai chiari: approdare al 2025 per poter tutti insieme festeggiare il mezzo secolo di vita.

VELO CLUB INZAGO

Era l’anno 1959 quando un gruppo di sportivi fondava il Velo Club Inzago con primo presidente Giuseppe Riva.

Oltre alle consuete manifestazioni in calendario sono stati organizzati: un provinciale amatori nel 74, quattro tappe della settimana ciclistica internazionale della brianza, un regionale giovanissimi nell’86, due provinciali esordienti nel 91 e 2016, due briantei allievi nel 96 e 2000

Abbiamo avuto due atleti che si sono distinti in campo Nazionale ed Internazionale e sono: Edoardo De Piazza, Campione Regionale e Italiano e quarto nella 100 Km ai mondiali del 1965 e Gabriele Missaglia, vanto della società, passato professionista con la Brescialat nel 1995, vincitore di una tappa al giro d’Italia, una al giro di Svizzera, vincitore della Hew Cyclassics nel 2000 e anche della Clasica di San Sebastian nel 2002, attualmente è direttore sportivo della CCC.

L’intento della Società è sempre stato e sempre sarà di avviare ragazzi, giovani e adulti, alla pratica dello sport ciclistico oltre all’organizzazione di gare a tutti i livelli.

 

PROMEMORIA SU AFFILIAZIONE E TESSERAMENTO

Vale la pena ricordare alcune cose che purtroppo cadono spesso nel dimenticatoio da un anno all’altro…

1) Per poter affiliare la società occorre che la stessa inserisca: a) il modello 1AF, stampato, timbrato, firmato da tutti nelle opportune parti. b) il verbale di modifica direttivo che rispetti esattamente i ruoli riportati nel Modello 1AF (se non è stato cambiato rispetto al 2016 va inserito quello precedente) c) la data di tale verbale deve essere riportata sul frontespizio del modello 1AF in opportuno spazio circoscritto da rettangolo d) i due documenti, di dimensioni scannerizzate in pdf non superiori a 2Mb, devono essere inseriti negli opportuni spazi all’interno della pagina “documenti”.

Una statistica ad oggi conferma che sono più del 70% le società che non procedono nel modo corretto e quindi creano ritardi nelle validazioni.

2) la validazione dei tesserati non potrà essere fatta se non a valle della validazione della società. Fino a tanto che non saranno validati non sarà attiva l’assicurazione (scaduta il 31/12/2016). Ovviamente il tutto funziona se si è coperti da versamenti validati a Roma (nella pagina Versamenti, in calce, ogni società può verificare lo stato del credito)

3) La tessera sarà disponibile anche on-line su smarthphone una volta che l’atleta si è registrato con il proprio codice sul portale FCI (www.federciclismo.it, pulsante in alto a destra)

4) per poter ritirare le tessere, saremo disponibili il Martedì sera. Per altri giorni per ora previo accordo. Per le società che abbiano già tesserato atleti e che fossero impossibilitate a ritirare le tessere in sede FCI (Palazzina B, primo piano, Via Piranesi 46 – Milano) negli orari/giorni indicati, potremmo lasciare le tessere in portineria nella casella della posta del Comitato Provinciale FCI: fateci sapere singolarmente chi preferisce quest’opzione

DA ULTIMO ED IMPORTANTISSIMO:

– Le società nuove devono registrarsi presso il CONI seguendo le procedure: sia sul portale che poi consegnando al Delegato CONI Provinciale, in Via Piranesi 46, copia dello statuto ed atto costitutivo, la dichiarazione sostitutiva compilata e firmata dal presidente (compilabile sul sito CONI) congiountamente a copia del documento d’identità.

– Le società che abbiano cambiato Presidente, devono seguire la stessa procedura sul sito del CONI, compilando la dichiarazione sostitutiva, firmarla da parte del presidente e consegnarla al delegato CONI Provinciale congiountamente a copia del documento d’identità.

DISCORSO PROGRAMMATICO DEL PRESIDENTE, POI RICONFERMATO, IL GIORNO DELLE ELEZIONI

“Impegni quadriennio 2017/2020“ – F.C.I. – Comitato Provinciale di Milano

27 novembre 2016 - Villa Burba, Rho

  •  Sicuramente il nuovo comitato che verrà non partirà dall’anno zero ma al contrario avrà una base molto consistente e collaudata su cui iniziare il nuovo quadriennio, infatti in quello appena concluso sono state consolidate e avviate parecchie iniziative che hanno indubbiamente migliorato l’immagine e la sostanza del nostro
  •  Dall’esperienza di questi anni emerge però con forza la necessità di chiedere l’aiuto e la collaborazione di appassionati che vogliano anch’essi dedicare parte del loro tempo al proprio comitato cosi da poter sostenere le procedure federali che non sono poche, le iniziative messe in campo negli anni scorsi, ma anche per sostenerne di nuove e sopratutto per garantirne la continuità, precisando che la gran parte di queste collaborazioni si possono espletare comodamente seduti da casa
  • Fatta questa premessa sulla necessaria collaborazione, sicuramente uno dei primi impegni sarà l’incontro con la provincia o area metropolitana per definire le modalità di utilizzo della posta certificata per le autorizzazioni delle gare.
  • Questo passaggio, fatte le debite proporzioni, potremmo  paragonarlo  a quello informatico delle nostre procedure che portò una indubbia e straordinaria semplificazione di cui nessuno oggi si sognerebbe più di ritornare alla macchina da scrivere o alle tessere fatte a mano.
  • Oggi le risorse arrivano dai loghi, da Avis e dal contributo della federazione per un totale di circa seimilacinquecento euro che abbiamo utilizzato al meglio ma che sono indubbiamente insufficienti.
  • Sarà pertanto necessario verificare il proseguo della collaborazione con Avis per continuare ad avere sulle maglie il logo, che oltre all’onore di portarlo, ci ha consentito di risparmiare una discreta cifra.
  • Comunque un serio ragionamento andrà fatto sul come reperire le necessarie risorse per sostenere una seria e decisa attività promozionale per i giovanissimi, per il femminile, per una maggiore attività in pista e dove sarà necessario.
  • Per quanto riguarda le regole e lo statuto, che saranno sicuramente oggetto di discussione alla assise regionale e sopratutto a quella nazionale, dovremo sostenere coloro, che come noi, ne chiederanno le giuste modifiche e correzioni, cosi come dovremo dare un un serio contributo di idee e proposte alle iniziative che il CRL e i Comitati Provinciali della Lombardia intenderanno portare avanti.
  • A titolo esemplificativo dovremo insistere affinchè per le autorizzazioni gare si abbia un unico referente, respingendo le pretese di Anas ed i balzelli che comuni e provincie stanno mettendo, dovremo continuare a chiedere i necessari cambiamenti delle regole di svolgimento dei raduni in quanto rischiamo di perderli, bisognerà comunque entrare nel merito delle randonnè che già rappresentano una forte realtà, bisognerà avvicinare il mondo dello scatto fisso che stà coinvolgendo molti giovani, come sarà necessario continuare a chiedere la soppressione dei vincoli prevedendo oltre ai bonus attuali anche l’anzianità, si dovrà prevedere un diverso diritto al voto cosi da non escludere sopratutto società amatoriali con decine e decine di tesserati, si dovranno semplificare tutte quelle procedure che si sono notevolmente burocratizzate compreso quelle delle votazioni attuali, si dovrà insistere per ritornare ad avere l’importante e necessaria verifica di metà mandato,  si dovrà dare una seria risposta in termini di calendario alle miglia di tesserati master che sono la nostra cassaforte, si dovrà continuare a sostenere con impegno le due grandi scommesse che riguardano il ciclismo giovanile in Milano e il rilancio del Vigorelli, ma sopratutto bisognerà continuare con una forte attività promozionale che è lo strumento che ci consente di ricercare nuovi tesserati cosi da poter garantire un futuro certo al nostro sport.
  • Sarà anche importante farsi carico della carenza di commissari di gara e direttori di corsa favorendo dei corsi per mettere in campo dei giovani capaci di garantire quel ricambio che si dimostra sempre più urgente e necessario.
  • Ora voglio esprimere il mio pensiero in merito a quanto ho ascoltato in queste settimane a proposito di candidati presidenti che avrebbero una loro squadra e che qualora non fossero eletti il resto della squadra potrebbe addirittura ritirarsi dalle votazioni.
  • Questa teorizzazione a priori della squadra non la condivido assolutamente perchè cosi facendo si scavano solo fossati che creano divisioni e sono l’esatto contrario dello spirito unitario che dovrebbe sempre guidarci.
  • Chi si candida lo fa per dedicare parte del suo tempo e delle sue idee per portare avanti e migliorare il nostro sport e sicuramente non contro o a favore di qualcuno e questo è lo spirito della stragrande maggioranza di chi si candida, salvo le eccezioni che non mancano mai.
  • In coerenza con quanto detto finora la squadra a priori non ce l’ho, per me la squadra si formerà, senza preclusioni per nessuno, con i quattro consiglieri che saranno legittimati dal voto delle società, che sono la vera squadra del nostro comitato e di cui noi siamo la diretta espressione.
  • Termino dicendovi che quelli appena passati sono stati quattro anni molto belli che mi hanno consentito di instaurare con società, tecnici, genitori, atleti, giudici e direttori di corsa un forte rapporto di amicizia e sopratutto di grande stima e se voi riterrete di riconfermarmi presidente lo farò con le necessarie energie, le giuste motivazioni e  il dovuto impegno cosi da  passare  altri quattro bellissimi anni con voi a favore del nostro sport, che nonostante i detrattori di professione, il ciclismo è e rimane lo sport più bello del mondo.

Valter Cozzaglio

relazione-programma

RISULTATI ELEZIONI PROVINCIALI QUADRIENNIO OLIMPICO 2017-2020

Milano, 27 Novembre 2016

Oggi alla presenza dei due candidati alla presidenza Nazionale (Renato Di Rocco e Norma Gimondi) di un candidato Consigliere Nazionale (Daniele Maggi), dei due candidati alla Presidenza Regionale (Cordiano Dagnoni e Francesco Bernardelli), dei tre candidati alla VicePresidenza Regionale (Fabio Perego, Adriano Borghetti, Angelo Francini) e di due candidati come Consigliere Regionale (Alfredo Zini, Gianantonio Crisafulli) si sono svolte le elezioni provinciali per il prossimo quadriennio.

Tre votazioni: Delegati Grandi Elettori per le prossime Elezioni Nazionali (6); Presidente Provinciale (1); Consiglieri Provinciali (4)

Risultati:

  • Grandi Elettori:  Alberto Oldani 38 voti; Andrea Toni 35 Voti; Adriano Borghetti 34 voti; Valter Cozzaglio 30 voti; Luigi Vidali 29 voti; Andrea Ballabio 19 voti; Davide Broggi (non eletto ma riserva) 11 voti)
  • Presidente Provinciale: Valter Cozzaglio 31 Voti; Alberto Oldani 23 voti
  • Consiglieri Provinciali: Luigi Vidali 44 voti; Teresio Mandonico 37 voti; Davide Broggi 26 voti; Luca Arrara 25 voti; non eletti: Fabio Troi 4 voti, Corrado Fraschini 3 voti

Gli organi Assebleari erano così composti:

  • Presidente, Oreste Casati
  • Vice, Pinuccia Cittera
  • Segretario, Franco Nebuloni
  • Scrutatori, Claudio Frenati e Maurizio Galimberti

 

Componenti effettivi della Commissione Verifica Poteri:

  • Gianmaria Casana         nella qualità di Presidente
  • Lucio Cantù                    nella qualità di Segretario
  • Giuseppe Alberti             componente
  • Tiziana Radaelli              componente

La foto del nuovo Consiglio seguirà.

2016-11-27-10-45-10 2016-11-27-10-35-11 2016-11-27-10-35-03 2016-11-27-10-31-49 2016-11-27-10-12-58 2016-11-27-10-06-08 2016-11-27-10-33-21

RIUNIONE CP MI E SOCIETA’ – 5 NOVEMBRE

                                                                            A:           Società affiliate a Milano

                                                                            CC:         Consiglio Direttivo CP MI

 Oggetto: Minute Riunione CP-Società in data 5 Novembre  2016

       A seguire le minute della riunione di Sabato 5 Novembre h 15:00 con il seguente OdG

 

  1. Elezioni per il prossimo Quadrienno: modalità
  2. Affiliazione e Tesseramento
  3. Calendari 2017
  4. Varie: integrazione ragazzi premiati (Trofeo Lombardia); Vincoli trasferimenti

MINUTE

  1.  In Allegato a queste minute un breve promemoria su quanto discusso e distribuito. Sono state ricordate le date ultime per la presentazione delle Candidature via Raccomandata ed eventuale anticipo via mail o fax (17 Novembre ore 7) e delle Deleghe deleghe quali un originale dovrà essere presentato il giorno delle Elezioni con tanto di tessera FCI (24 Novembre).

A richiesta ai presenti, sono state anche anticipate alcune candidature:

  • Cozzaglio/Oldani a Presidente Provinciale;
  • Vidali/Arrara/Broggi/Mandonico a Consiglieri Provinciali;
  • Dagnoni/Borghetti/Cozzaglio/Oldani/Vidali/Zini/Toni/Nebuloni a delegati degli affiliati per le elezioni Nazionali;
  • Borghetti a VicePresidente Regionale;
  • Zini/Barlassina a Consigliere Regionale;
  • Dagnoni/Bernardelli a Presidente Regionale;
  • Maggi a Consigliere Nazionale.

Ovviamente situazione fluida non essendo ancora scaduti i termini e soggetta alla verifica poteri per ammissibilità.

E’ stato chiesto di conoscere i programmi, che verranno illustrati dei candidati Presidente alle votazioni. Animata discussione ma senza indicazioni su eventuali cordate.

2.  Il giorno 10 verranno aperti Affiliazione e Tesseramento 2017 su Fattore K che avranno validità dal 1° Gennaio in quanto tessere ed affiliazioni attuali scadranno il 31 Dicembre.  Le tasse già in essere dovrebbero essere confermate.

E’ stata ribadita la necessità di inserimento di foto (che compare sia su tessera digitale una volta registrato sul sito federale, pulsante in alto a destra) e di mail del tesserato. E’ stato inoltre ribadito che il ruolo FCI di Socio di Società (come da modulo 1AF) come pure ovviamente quello della dirigenza societaria, hanno copertura assicurative per la funzione che ricoprono e le attività relative e non per svolgere l’attività ciclistica, per la quale esistono le relative tessere.

3.Sono state ribadite le date entro cui le società dovrebbero fornire le richieste di gare sia direttamente al regionale (Elite/U23) che al Provinciale, di seguito riportate come promemoria.

  • Entro il 23 Novembre per la categoria Elite sc-Under 23 direttamen        te alla STR
  • Entro il 29 Novembre per la Categoria Juniores m/f tramite i C.P.
  • Entro il 2 Dicembre per le categorie Esordienti e Allievi m/f tramite i  C.P.
  • Entro il 15 Dicembre per tutti le specialità fuoristrada
  • Entro il 15 Dicembre per i Giovanissimi, Promozionale ed il settore Amatoriale

Per quanto riguarda il settore Amatoriale è stato chiesto da società che necessitano di definire il proprio calendario per il 2017 di avere quanto prima quello di Milano e Regionale (TL Raduni ne Mediofondo). Abbiamo segnalato che non tutte le province sono state proattive nel chiederlo come ha già fatto Milano e che manderemo richiesta come struttura Amatoriale Regionale. Difficilmente il calendario potrà esser pronto prima di gennaio.Abbiamo poi relazionato sulle problematiche che si riscontrano in Lombardia in ordine alle interpretazioni del codice della strada da parte degli Enti territoriali in ordine alle manifestazioni CT/CSP, sono state interessate le massime autorità Federali e Ministeriali per trovare una soluzione a questo annoso problema, con la speranza di averla prima dell’inizio di stagione.

4. E’ stato apportato su richiesta di alcune società, un cambiamento all’elenco dei premiati il prossimo 19 Novembre, con l’aggiunta di tutti i partecipanti al Trofeo Lombardia Giovanissimi non premiati in altre classifiche

Si è parlato anche di inadeguatezza ed incongruenze di alcune normative tra cui non si sottrare neppure lo Statuto della Federazione. Tra queste anche quella sui vincoli. Ferme restando le attuali (con la speranza che le nuove dirigenze e commissioni del nuovo quadriennio olimpico si facciano carico delle opportune revisioni necessarie) si è auspicato che le eventuali società coinvolte trovino un gentleman agreement onde evitare sterili diatribe

Non avendo altro da discutere, alle 17:30 la riunione si è conclusa.

Il Segretario

20161105-incontro-societa

minute-riunione-societa-5-novembre-2016

PREMIAZIONI PROVINCIALI 2016

LOCANDINA E FOTO

Presso l’auditorium “B.C.C. di Busto Garolfo e Buguggiate”,  in via Manzoni, 50 – Busto Garolfo (MI) sabato 19 novembre 2016 – ore 16:00 si terranno le premiazionio annuali di

ospiti – dirigenti – società – atleti

Cliccate sul link per scaricare la locandina dell’evento.

1 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 2 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 3 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 4 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 5 50-amatori 6 7 8 9

20161119_150013 20161119_160722 20161119_160751 20161119_161411 20161119_161456 20161119_161603 20161119_161617 20161119_161704 20161119_161815 20161119_161820 20161119_161940 20161119_162723 20161119_162855 20161119_162933 20161119_163141 20161119_163216 20161119_163424 20161119_163508 20161119_163544 20161119_163735 20161119_163842 20161119_163914 20161119_1640280 20161119_164028 20161119_164325 20161119_164401 20161119_164425 20161119_164449 20161119_164507 20161119_164533 20161119_164540 20161119_164635 20161119_164736 20161119_164850 20161119_164927 20161119_165059 20161119_165117 20161119_165254 20161119_165338 20161119_165359 20161119_165424 20161119_165646 20161119_165716 20161119_165834

20161119_165938 20161119_170010 20161119_170217 20161119_170244 20161119_170258 20161119_170529 20161119_170532

20161119_170700 20161119_170706 20161119_170710 20161119_170714 20161119_170719 20161119_170723 20161119_170801 20161119_170837 20161119_170921 20161119_171147 20161119_171233 20161119_171318 20161119_171413 20161119_171526 20161119_171652 20161119_171719 20161119_171829 20161119_171908 20161119_171911 20161119_172013 20161119_172031 20161119_172125 20161119_172146 20161119_172248 20161119_172320 20161119_172339 20161119_172401 20161119_172424 20161119_172447 20161119_172505 20161119_172542 20161119_172554 20161119_172609 20161119_172635 20161119_172646 20161119_172701 20161119_172713 20161119_172756 20161119_172823 20161119_172907 20161119_173135 20161119_173213

premiazioni-19-novembre-2016-integrata

premiazioni

AFFILIAZIONI E TESSERAMENTO 2017

Giovedì 10 novembre p.v. ripartiranno le procedure di  affiliazione e tesseramento 2017.

Nella mattinata di giovedì, quindi, non sarà possibile accedere al sistema informatico KSport per alcune ore, per consentire la predisposizione dell’ambiente.

MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE TASSE FEDERALI:

Alleghiamo a questa e-mail il documento che è stato predisposto insieme all’Ufficio Amministrativo e che riassume i metodi previsti per il pagamento delle tasse federali.

Tale documento è stato già inviato a tutte le Società e pubblicato sul sito federale.

Come potrete leggere, stiamo cercando di incentivare l’utilizzo delle modalità di pagamento a validazione automatica (Carta di Credito e MAV), rispetto al pagamento tramite bonifico ( sistema decisamente più lento nel controllo).

Vi preghiamo di aiutarci nell’opera di convincimento presso le vostre società in modo da limitare al minino il numero dei bonifici.

 ATTENZIONE: NOVITA’ SULLA VALIDAZIONE DEI VERSAMENTI!

A questo proposito comunichiamo che dal giorno 10 novembre sarà disabilitata la possibilità per i comitati regionali e provinciali di validare i bonifici.

Questa operazione sarà effettuata direttamente dall’Ufficio Amministrativo FCI.

Pur se le modalità di registrazione del versamento rimarranno le stesse (obbligo di allegare il documento di ricevuta), i bonifici saranno validati solo dopo che ne sarà stato confermato l’accredito sul conto corrente bancario federale.

Com’è comprensibile, quindi, i tempi di validazione saranno più lunghi rispetto a prima e dipenderanno molto anche dalle indicazioni fornite dalle società nella causale di bonifico.

pagamento-tasse-federali-2017

PAGAMENTO DELLE TASSE FEDERALI 2017

Con l’approssimarsi del periodo di rinnovo delle affiliazioni e del tesseramento, desideriamo aggiornarvi sulle modalità di pagamento delle tasse federali per la stagione agonistica 2017.

 Quali le opzioni di pagamento disponibili?

  1. Carta di credito;
  2. MAV bancario;
  3. Bonifico

Quali i tempi di validazione per ciascuna opzione?

  1. Carta di credito, zero attesa – validazione immediata;
  2. MAV bancario, tre giorni lavorativi dalla data effettiva del pagamento;
  3. Bonifico bancario, cinque giorni lavorativi dalla data effettiva del

Qual è la modalità di pagamento più rapida, sicura e perché?

Senza dubbio quella con Carta di Credito.

I versamenti vengono immediatamente validati e le somme versate subito disponibili in K Sport. Nessun costo viene addebitato a chi effettua il pagamento e, per quanto riguarda la sicurezza, tutte le transazioni sono protette dalla cifratura e dai sistemi più evoluti del circuito bancario. Con la attuale possibilità di dotarsi facilmente di una carta di credito prepagata, ricaricabile in base alle proprie necessità, effettuare un versamento alla FCI diventa una operazione semplice, sicura e veloce.

Il nostro consiglio è quindi di utilizzare questo metodo di pagamento.

E se non possiedo o non voglio utilizzare una carta di credito o prepagata?

Il MAV bancario è anche questo un metodo piuttosto semplice ed efficace che non necessita, successivamente al pagamento, di ulteriori formalità da parte dell’utente. La validazione del versamento avviene infatti in automatico tramite sistema bancario.

Rispetto alla Carta di credito però i tempi di validazione sono di almeno 2‐3 giorni lavorativi (escludendo quindi il sabato e la domenica) dalla data effettiva del pagamento.

Il pagamento del MAV bancario può essere effettuato presso un qualsiasi sportello bancario oppure comodamente dal proprio PC dai possessori dei servizi Home Banking.

Anche tale metodo di pagamento è totalmente gratuito per la società affiliata.

Bonifico bancario, la modalità di pagamento meno consigliata e perché?

Il Bonifico Bancario è, a nostro avviso, senza dubbio il sistema di pagamento meno consigliato. Come per il MAV il pagamento può essere eseguito presso un qualsiasi sportello bancario oppure effettuato dal proprio PC, ma con costi di commissione elevati. Inoltre la necessità di effettuare ulteriori adempimenti nel sistema informatico dopo il versamento rende il procedimento complesso e dispendioso.

Che ci si rechi personalmente in banca o che si faccia l’operazione tramite home banking, occorrerà comunque pagare una quota di commissione, acquisire la ricevuta dell’operazione, allegare questa alla registrazione del versamento ed attendere la validazione per poter utilizzare la somma versata.

Per effetto di nuove disposizioni, a partire dalla stagione 2017, le validazioni ed il controllo sui  bonifici verranno centralizzati, tali operazioni saranno quindi effettuate esclusivamente dal Settore Amministrativo, che provvederà alla validazione dei versamenti solo dopo aver verificato l’accredito delle somme sul conto bancario della FCI. Abbiamo stimato che tale operazione possa avvenire entro 4/5 giorni lavorativi (escludendo  il sabato e la domenica) dalla data effettiva del pagamento.

Utilizzando  il  bonifico,  diventa  inoltre  importante  rendere  facilmente  identificabile nell’estratto conto bancario della FCI il vostro versamento.

Come posso fare per effettuare correttamente un bonifico?

Pur sconsigliando l’utilizzo  del bonifico, vogliamo  ugualmente dare alcune  indicazioni importanti affinché le società che utilizzano questa modalità di pagamento abbiano la disponibilità della somma versata nel più breve tempo possibile.

Vediamo cosa fare in pratica quando predisponete un bonifico.

FASE 1 ‐ PAGAMENTO

Nel momento in cui effettuate il versamento indicate sempre nel campo della causale come prima cosa il codice della società, solo in questo modo sarà possibile identificare facilmente chi ha effettuato il bonifico;

Se volete, dopo il codice di società potete indicare:

‐ il nome della società privo delle sigle (infatti i nomi delle società ordinanti sono spesso troppo lunghi e vengono troncati nell’estratto conto rendendo impossibile identificare la società);

‐ la motivazione del pagamento, anche se questa non è necessaria perché tutte le somme versate possono poi essere utilizzate indistintamente per tesseramenti, affiliazioni e gare;

 FASE 2 ‐ REGISTRAZIONE

Registrate subito il vostro versamento nella sezione versamenti allegando la ricevuta di bonifico. Ricordatevi di non includere i costi bancari nella somma versata.

Per accreditarvi la somma dobbiamo necessariamente trovare corrispondenza tra l’estratto conto bancario e la vostra registrazione.

 FASE 3 – VALIDAZIONE

Le società che avranno indicato in modo corretto il proprio codice di società e avranno registrato il versamento non avranno nessun problema nel vedersi accreditati gli importi, le altre società potrebbero avere ritardi.

AVVERTENZA IMPORTANTE: La società affiliata è l’unica titolata al versamento delle quote associative (tesseramento), non sono pertanto ammessi pagamenti diretti alla Federazione effettuati da tesserati o da soggetti terzi, sarà quindi compito della società raccogliere le quote individuali dei propri tesserati ed effettuare un pagamento cumulativo. Eventuali bonifici effettuati individualmente dagli atleti o da soggetti terzi risulteranno di difficile individuazione e di conseguenza con tempi di validazione certamente più lunghi.

ASSISTENZA BONIFICI: Al fine di segnalare problematiche sulla validazione dei bonifici abbiamo reso disponibile un indirizzo mail specifico bonifici@federciclismo.it utilizzate solo questo indirizzo mail per le vostre comunicazioni.

CONVOCATI GIOVANISSIMI TROFEO LOMBARDIA MTB

CONVOCATI GIOVANISSIMI TROFEO LOMBARDIA MTB

trofeo-lombardia-mtb

“Trofeo Lombardia MTB giovanissimi” Domenica 11 Settembre a Berbenno di Valtellina Frazione  Pedemonte”

Ritrovo ore 8.00, inizio ore 10,00 – “Iscrizioni a cura del regionale”

NB: ruote max 26” –  “si corre con la maglia del provinciale”

 G1

Luca Quartararo, Gessate

Nicolo’ Pontoglio, Galbiati

Marco Canta, Pro Bike

 G2

Marco Zoco, Team Galbiati

Mattia Caloni, Carugatese

Ryan Zaccone, Senaghese

 G3

Manuel Miele, Gessate

Stefano Canta, Pro Bike

libero

 G4

Christian Fischietti, Marcoli

Matteo Camiolo, Pro Bike

Tommaso Carugati, Rescaldinese

Mattia  Barbui, Pro Bike

 G5

Federico Marbello, Enjoy Bike

Alessio Salvadeo, Pro Bike

Emanuele Zappalà, Gessate

Nicholas Pitaro, Senaghese

 G6

Alessio Mazzini, Senaghese

Alberto Dell’Orti, Enjoy Bike

Andrea Gritti, Galbiati

Gabriele Quartararo, Gessate

Le ragazze possono iscriversi liberamente al Trofeo Rosa MTB tramite le proprie società, all’ID 124607 (orari di ritrovo e partenza come i ragazzi)